Gas PlaNet

 

 

     

 

 

Gare del gas in ATeM: modelli e strumenti per la standardizzazione della gestione della procedura di affidamento del servizi di distribuzione del gas naturale 

 

                                                                                               

L’Avviso per il finanziamento di interventi volti al trasferimento, all'evoluzione e alla diffusione di buone prassi finanziate dal PON Governance elaborano modelli gestionali innovativi, di semplificazione e digitalizzazione di processi, rafforzando la crescita intelligente Pubblica Amministrazione. I progetti prevedono il trasferimento di esperienze, metodologie, sistemi organizzativi e gestionali innovativi da uno o più enti cedenti a uno o più enti riusanti. La buona pratica oggetto dell’incontro produrrà risultati effettivi e risolverà criticità reali, determinando un concreto miglioramento nell’azione amministrativa dell’Ente riusante.

Il progetto denominato GasPlaNet, modelli e strumenti per la standardizzazione della gestione della procedura di affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale,nasce da un’esperienza già realizzata nel territorio lombardo, che ha visto ANCI Lombardia impegnata nell’affiancamento all’attività prodromica alla pubblicazione della gara di 8 ATeM, comprendenti circa 250 Comuni e una popolazione di circa 3.322.395 abitanti. Tale attività è culminata nella modellizzazione di una procedura per la gestione delle attività strumentali alla predisposizione della gara d’ambito: dall’avvio alla gestione del post gara.

Gli enti cedenti (oltre Anci Lombardia, sono presenti anche il Comune di Vedano al Lambro e il Comune di Varese) trasferiranno la buona prassi metodologica per l’avvio delle attività di predisposizione della gara, proponendo modelli organizzativi, approfondimenti degli aspetti legali, economico- finanziari e gestionali. Inoltre metteranno a disposizione software per la gestione delle procedure agli enti del partenariato (CAPOFILACittà Metropolitana di Reggio Calabria, C.M di Catania, Comune di Catania, Comune di Reggio Calabria, Comune di Pizzo, Comune di Vibo, Comune di Bari), affinché anche altre amministrazioni affrontino il tema con un approccio metodologico strutturato, giungendo alla messa a gara del servizio e garantendo ai Comuni gli interventi di estensione e ammodernamento della rete oltre che le entrate economiche derivanti dalla concessione.

 

 

          

        

torna all'inizio del contenuto