Chiese di Pizzo

 

 

SAN FERDINANDO
Chiesa Matrice di San Giorgio (1632)
Si trova al centro del paese. È la chiesa principale, un edificio barocco eretto nel 1632 caratterizzata da un portale in marmo, opera dello scultore Fontana, ed una statua raffigurante Cristo del Gian Lorenzo Bernini. In questa chiesa si trova inoltre,  la tomba di Gioacchino Murat.
 

 

 

 

 

SAN SEBASTIANO
Chiesa di San Sebastiano (Sec. XVI) 
Sede, dal 1729, dell'Arciconfraternita del nome di SS. Maria, all'interno è possibile ammirare stucchi, statue lignee (San Giuseppe, festeggiato a marzo, San Sebastiano, festeggiato a gennaio, SS. Nome di Maria, festeggiato a settembre; inoltre sono custodite le statue della passione e morte di Gesù, utilizzate per la tradizionale processione del Venerdì Santo, detta " di l'Angeleji") decorazioni e ori. Si trovano inoltre altre opere di artisti calabresi come Zimatore, Morani, Murmura, Grillo, Carioti. Interessanti gli stalli in noce intagliati del XVIII secolo.
 

 

 

PURGATORIO
Chiesa del Purgatorio (1651)
E’ anche detta "dei Morti" per via della cripta presente nella chiesa. Al suo interno vi è  una fossa sotterranea di tumulazione, caratterizzata da numerose nicchie a parete che ospitano scheletri seduti o verticali, mantenuti da un gancio.
 

 

 

 

 

 

CARMINE
Chiesa della Madonna del Carmine (1579)
E’ la chiesa più antica di Pizzo e presenta al suo interno numerosi affreschi e sculture come la Madonna del Carmine (lignea) festeggiata a luglio, e Santa Rita da Cascia (lignea) festeggiata a maggio.
 

 

 

 

 

IMMACOLATA
Chiesa dell'Immacolata (1630)
Sull'altare maggiore della chiesa, si trova una statua lignea dell'Immacolata, di notevole pregio, festeggiata a dicembre insieme a Santa Lucia.
 

 

 

 

 

 

SAN FRANCESCO
Convento dei Padri Minimi di San Francesco di Paola (1579)
Come la corrispondente chiesa, esso è stato ricostruito dopo il terremoto del 1905. Dal 2013 la Parrocchia di San Rocco e San Francesco di Paola, è stata elevata a Santuario Diocesano.
 

 

 

 

 

piedigrotta
Chiesa di Piedigrotta
Fù scavata nella roccia arenaria da naufraghi napoletani alla fine del Seicento per ringraziare Dio della vita salva. All'inizio del Novecento Angelo e Alfonso Barone ornarono la grotta con statue della roccia stessa, raffiguranti personaggi delle sacre scritture.
 

 

 

 

Chiesa della Stazione: chiamata così perché situata vicino la stazione di Pizzo, è dedicata alla Madonna di Piedigrotta. Più volte danneggiata dai terremoti e restaurata recentemente, ora è Parrocchia e custodisce una statua lignea della Madonna di Piedigrotta seduta su un trono, festeggiata a luglio e invocata come "Madonnina del Mare" o "dei marinai".

 

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

torna all'inizio del contenuto